16 AGOSTO  2009

 
VARESE NEWS
16 AGOSTO 2009
 
PERCHE' UCCIDERE UN CUCCIOLO DI CAPRIOLO E LA SUA MAMMA?
Due caprioli, di cui uno era un cucciolo di pochi mesi, sono stati abbattuti a colpi di fucile alle porte di Cittiglio in località pianazza. Due bestiole a cui tutti gli abitanti del luogo si erano affezionati
 
     
 
Caro direttore,
Le scrivo  per avere l’opportunità di far sapere a più persone possibili l’atto scellerato che è stato commesso ieri sera 14 agosto intorno alle 21 a Cittiglio (VA) in località pianazza.Uno o più individui hanno barbaramente ucciso due caprioli, sparando prima al piccolo di pochi mesi e poi, sapendo che non si sarebbe allontanata dal suo  piccolo morto, alla  mamma.Due soli colpi, precisi, alla schiena per non “rovinare “ l’animale, che altrimenti non avrebbe più avuto mercato.Due colpi da veri  killer professionisti, nulla comunque di cui vantarsi...vergogna!Due bestiole a cui tutti gli abitanti del luogo si erano affezionati poiché abitualmente scendevano dal fitto del bosco per pascolare nel prato sottostante, vicino alle case, lo stesso prato in cui stasera sono stati vigliaccamente ammazzati.
Appena sentiti gli spari siamo tutti corsi increduli al prato sperando di esserci sbagliati sulla natura dei colpi, quasi con la certezza che nessuno potesse essere così ottuso e imbecille da voler uccidere delle creature  così tenere ed indifese ...purtroppo questo “nessuno” ottuso ed imbecille esiste!Termino ringraziando per lo spazio concesso, e lancio un appello all’associazione cacciatori di Cittiglio perché indaghino sulla vicenda, e mi rivolgo anche a tutti coloro che hanno visto qualche cosa a riguardo perchè  si facciano avanti, affinché tutti insieme riportiamo un po’ di civiltà, dando un nome ai vigliacchi autori di questo fatto.Dal canto mio ho provveduto a sporgere denuncia, per ora verso ignoti, alle autorità competenti che sono intervenute prontamente sulla luogo dell’accaduto.
Cordiali saluti
VARESE NEWS

16 AGOSTO 2009

 

SPACCHIARELLI: E’ UN ATTO DI BRACCONAGGIO

Secondo l''assessore provinciale le modalità di abbattimento dei due animali farebbero pensare a un bracconiere. «Le regole dicono che non si puo' uccidere una madre con il piccolo»

 

Provincia di Varese - «Un cacciatore non spara mai alla madre con il piccolo e se vede una femmina, anche se gli è stata assegnata per la selezione, deve accertarsi che non abbia con sè un cucciolo. Le modalità di questa doppia uccisione sono tipiche del bracconaggio». Secondo Bruno Specchiarelli, assessore provinciale all’Agricoltura e alla gestione faunistica, ci sono dunque pochi dubbi sull’origine del gesto:la femmina di capriolo e il suo piccolo, abbattuti a Cittiglio, sono vittime di un cacciatore di frodo. «La caccia selettiva - continua l’assessore – è stata aperta da tempo, ma non contempla l’abbattimento di femmine con i piccoli. Ci sono regole precise che vanno dall’assegnazione per sorteggio dei capi da abbattere fino alle distanze di caccia dai centri abitati. Questo caso confligge con tutte le regole del buon cacciatore. Purtroppo la madre degli stupidi è sempre incinta e in alcuni casi fa anche parti gemellari».

Il capriolo (Capreolus capreolus) in provincia di Varese è una specie stanziale. Effettua pochi movimenti stagionali e frequenta soprattutto le fasce di bosco, vicine a prati sfalciati, e le radure. Ma lo si può trovare anche in boscaglie, dove, grazie alla sua struttura, si può infilare facilmente. Il capriolo è soprattutto presente nel nord della provincia e ha come limite territoriale il territorio Laveno, anche se alcuni capi si spingono nella Valceresio e nella Valle del Ticino, nele località di Golasecca e Malpensa. La ricomparsa della specie nel valli a nord di Varese, risale agli anni '50. Nell'Alto Luinese, la consistenza stimata è di circa 240 capi.


L'UNIONE SARDA
16 AGOSTO 2009
 
Reggio Emilia: bussa alla porta con daino ferito, l'animale muore
 
Novellara (RE) - In controtendenza rispetto alle storie di abbandono di animali che sovente avvengono nei giorni di ferragosto, a Novellara, comune della bassa reggiana, nella tarda serata di ieri si è registrata una storia di solidarietà che ha visto mobilitati enti e cittadini attorno a un cucciolo di daino gravemente ferito che, nonostante le cure praticategli, è morto alle prime ore del mattino. Erano circa le 21 di ieri quando un automobilista percorrendo a bordo della propria auto una strada di Cadelbosco Sopra si è imbattuto in un cucciolo di daino che gravemente ferito e sanguinante, sostava al centro della carreggiata. L'uomo ha subito arrestato l'auto e con l'aiuto di un cittadino residente a poca distanza, ha caricato il cucciolo in auto. Non sapendo dove andare si è rivolto alla Caserma dei carabinieri di Novellara, dove il Maresciallo al comando ha accolto il cucciolo prestandogli i primi soccorsi in attesa delle cure poi fornite dal servizio veterinario, intervenuto su richiesta dei Carabinieri.

GAZZETTA DI PARMA
16 AGOSTO 2009
 
Novellara (RE), si presenta ai carabinieri con un cucciolo di daino ferito
 
NOVELLARA (RE) - In controtendenza rispetto alle storie ferragostane di abbandono di animali, a Novellara, nella tarda serata di ieri si è registrata una storia di  solidarietà che ha visto mobilitati enti e cittadini attorno ad un cucciolo di daino gravemente ferito che, nonostante le cure  praticategli, è morto alle prime ore del mattino.
Erano circa le 21 di ieri quando un automobilista percorrendo  a bordo della propria auto una strada di Cadelbosco Sopra si è  imbattuto in un cucciolo di daino che, gravemente ferito e  sanguinante, sostava al centro della carreggiata. L’uomo ha  subito arrestato la macchina e, con l’aiuto di un cittadino  residente a poca distanza, ha caricato il cucciolo in macchina.
 Non sapendo dove andare si è rivolto alla Caserma dei  carabinieri di Novellara dove il maresciallo al comando ha  accolto il cucciolo prestandogli i primi soccorsi in attesa  delle cure poi fornite dal servizio veterinario intervenuto su  richiesta dei carabinieri. L’animale è quindi stato affidato al  soccorso fauna selvatica che lo ha accolto nelle proprie  strutture dove però purtroppo nella notte si è aggravato spirando alle prime ore del mattino. Sulla vicenda sono in corso le indagini dei Carabinieri per  accertare le cause del ferimento dell’animale probabilmente ad  opera di un ignoto conducente poi dileguatosi senza allertare i  soccorsi.

LA ZAMPA.IT

16 AGOSTO 2009

 

L'elefante torna a camminare con una protesi

 

La quarantottenne'elefantessa Motola, dopo aver perso una zampa a causa di una mina in Thailandia nel 1999, ora può di nuovo camminare normalmente grazie ad un arto artificiale. Come lei anche il giovane Chuck, elefante di cinque anni a cui era stato amputato l'arto dopo un incendio nella foresta cambogiana.

 

FOTO

http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?IDmsezione=59&IDalbum=19958&tipo=FOTOGALLERY


MILANO WEB
16 AGOSTO 2009

 
RAGAZZI PIÙ BRAVI A SCUOLA CON UN CANE IN CASA
Si parla di "biofilia" per definire la relazione fra due specie fileticamente lontane
 
Studiosi tedeschi dicono che la resa scolastica dei bambini con un cane in casa è migliore di quella dei coetanei che vivono 'senza' animali.
Reinhold Bergler e Tanja Hoff dell'Università di Bonn hanno osservato le caratteristiche comportamentali di 400 alunni di età compresa tra 13 e 15 anni, sottolineando il ruolo "responsabilizzante" di Fido.Il solo fatto di accudire un cane - dandogli da mangiare, pulendolo, accompagnandolo fuori a fare i 'bisogni' - fa infatti sentire i ragazzi più 'utili' e 'importanti' per la famiglia, circostanza che poi si riflette 'positivamente' sul rendimento scolastico.Peraltro, avere un cane in casa, aiuta i più giovani a fare amicizia. Si è visto infatti che i piccoli che crescono con un animale tra le quattro mura sono i più predisposti al gioco e al contatto con gli altri.Secondo gli scienziati tra cane e bambino si crea una sorta di 'empatia'."Biofilia", in particolare, è il termine tecnico con cui si definisce la 'relazione' che si instaura tra due specie 'fileticamente' lontane, come appunto l'uomo e il cane.Analoghe ricerche pedagogiche hanno confermato la "vicinanza tematica" tra il mondo dei più giovani e il miglior amico dell'uomo.L'instintività, la curiosità, le fobie
e le paure, sono impulsi, infatti, 'tipici' dei bambini come dei cani; al contrario, raramente, riguardano le persone adulte.

ADN KRONOS
16 AGOSTO 2009
 
Nelle case italiane almeno 14 milioni tra cani e gatti
Alle vacanze di 'Fido' ora ci pensa il web: i consigli per una villeggiatura 'pet friendly'
 
Roma - Rinunciare a portare con sé il cucciolo di casa quando si va in ferie è un dramma per molte famiglie italiane. Il programma 'In vacanza' in onda sul webchannel Petpassion.tv offre suggerimenti: spiagge, alberghi, bed and breakfast che accolgono cani, gatti ed i loro 'amici' umani. Arriva vacanzebestiali.org per i nostri amici a quattro zampe

Roma, 16 ago. (Adnkronos) - Basta pensioni estive per cani e gatti, estati in città in compagnia solo dei dog-sitter o delle anziane vicine di casa che riempiono le ciotole di pappa e acqua una volta al giorno o, ancora peggio, l'abbandono ''perchè la famiglia deve partire per le ferie''. Lasciare la città per andare in vacanza con i propri ''amici umani'' diventa un momento di gioia, relax e divertimento per tutti gli animali da compagnia (solo considerando cani e gatti nelle case italiane ce ne sono oltre 14 milioni). Il problema, ogni anno, è però trovare strutture che accolgano la ''famiglia allargata'', che offrano servizi e assistenza ai vacanzieri a due e quattro zampe. Ecco allora che per organizzare una perfetta vacanza al mare, in montagna o in campagna, ospiti nelle migliori strutture turistiche pet-friendly italiane, arriva su internet la prima webserie dedicata alle vacanze degli amici a 4 zampe.

Si chiama ''In Vacanza'' ed è il programma in onda su Petpassion.tv (www.petpassion.tv), la prima webtv italiana, creata da Purina e TheBlog, dedicata alla passione per gli animali da compagnia, che dedica una puntata ai migliori alberghi, bed&breakfast, spiagge e segnala i luoghi di vacanza più belli in grado di offrire a tutti i pet e ai loro affezionati proprietari indimenticabili momenti di svago e relax nelle piu' prestigiose localita' turistiche italiane.

Ecco allora che si scopre che lungo lo stivale ce n'è davvero per tutti i gusti e per tutte le esigenze: dall'atmosfera accogliente e familiare dell'Hotel Des Nations di Riccione, che mette a disposizione degli ospiti a quattro zampe un veterinario, un dogsitter ed un toelettatore, al relax e al comfort offerto dall'Hotel Augustus di Forte dei Marmi, per una vacanza sofisticata nel capoluogo delle vacanze chic. E ancora resort pet-friendly immersi nel verde delle colline in provincia di Viterbo, alberghi nelle più belle città d'arte d'Italia, come Roma o Spoleto, per arrivare alle migliori strutture aperte ai pet, immerse nella natura incontaminata delle montagne italiane.

Ma spesso la ''meta delle vacanze con gli amici a 4 zampe'' non è la sola problematica che ci si trova ad affrontare quando si decide di andare in vacanza con il cucciolo di casa. Per questo su Petpassion.tv è possibile trovare video con gli accorgimenti da adottare per il caldo, consigli per aiutarlo ad adattarsi al nuovo ambiente, ma anche tutte le puntate della webserie ''L'esperto risponde'', in cui un esperto veterinario ogni settimana approfondisce importanti tematiche legate alla salute dei pet, dando consigli ed utili suggerimenti per affrontare con prontezza ogni situazione potenzialmente pericolosa per il benessere dell'amico a quattro zampe. Un servizio di consulenza veterinaria costantemente a disposizione dei proprietari più esigenti che vogliono avere accanto, anche in vacanza, una figura professionale attenta e autorevole per prendersi cura del proprio pet.

Non solo, Petpassion.tv è un progetto unico ed assolutamente innovativo per il mondo online, che coniuga in una sola piattaforma web gli spazi di condivisione di un social network e i contenuti di intrattenimento ed informazione di una vera e propria tv on line. Ecco allora che, oltre ai canali e le vere e proprie serie dedicate agli animali da compagnia, sul sito è possibile inserire e condividere filmati e immagini fatti dagli stessi utenti, come accade per i più importanti social network, come Facebook o MySpace. Al ritorno in città sarà possibile condividere con gli amici della Community di Petpassion.tv ogni momento divertente, buffo, emozionante ed indimenticabile delle vacanze trascorse in compagnia del proprio pet, caricando foto e video ricordo nelle sezioni dedicate.


LA ZAMPA.IT

16 AGOSTO 2009

 

Il torero "El Fundi" sviene nella corrida

 

Il celebre torero «El Fundi», al secolo Josè Pedro Prados, 42 anni, è rimasto ferito durante una corrida quando è stato gettato a terra dal quarto toro di seguito che affrontava, riportandone un trauma cranico, con emorragia da un orecchio e perdita di conoscenza, oltre ad altre ferite. Le immagini dell'incidente mostrano «El Fundi» caricato dal toro finire a gambe levate, poi disteso sull'arena con gli occhi spalancati mentre il bovino tenta ripetutamente di incornarlo. Il torero, che ha ripreso conoscenza poco dopo, è ricoverato in terapia intensiva.

 

FOTO

http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?p=1&IDmsezione=59&IDalbum=19960&tipo=FOTOGALLERY#mpos


ANSA
16 AGOSTO 2009
 
Spagna: torero ferito in corrida
aricato e gettato a terra da 4/o toro che affrontava di seguito
 
MADRID - Il celebre torero El Fundi, al secolo Jose' Pedro Prados, e' rimasto ferito durante una corrida dal 4/o toro di seguito che affrontava. Ha riportato un trauma cranico, con emorragia da un orecchio e perdita di conoscenza, oltre ad altre ferite. Le immagini dell'incidente mostrano El Fundi, 42 anni, caricato dal toro finire a gambe levate, poi disteso sull'arena con gli occhi spalancati mentre il toro tenta ripetutamente di incornarlo.

ADN KRONOS

16 AGOSTO 2009

 

L'idea per far diminuire gli abbandoni nel periodo estivo

Cani e gatti stressati? Arriva vacanzebestiali.org per i nostri amici a quattro zampe

 

Roma - (Ign) - Nasce il sito per dare suggerimenti utili ai proprietari di animali con tutte le soluzioni per vacanze serene. Tutte le soluzioni per partire con il proprio amico o per lasciarlo in mani fidate. Dallo 'scambio alla pari' alle pensioni consigliate e ai pet-sitter più affidabili

Roma, 16 ago. (Ign) - “Arrivano le vacanze che i vostri animali hanno sempre sognato”. E' lo slogan, scelto per il lancio del nuovo sito www.vacanzebestiali.org, realizzato dall’Ente nazionale protezione animali (Enpa). L’obiettivo è quello di fornire ai proprietari di animali tutte le soluzioni per pianificare le vacanze. Così, per chi vuole partire con il proprio animale, ecco gli hotel (in collaborazione con Federalberghi), campeggi e ristoranti, parchi naturali e spiagge che accolgono i quattrozampe. Ma anche molti consigli utili per preparare al meglio la partenza, grazie ai preziosi suggerimenti di veterinari e comportamentalisti, oltre a informazioni su ciò che prevede la legislazione e sui regolamenti delle compagnie di trasporto.

E per chi non riesce a portar in vacanza il proprio amico con la coda? Su www.vacanzebestiali.org l’esperienza dei volontari Enpa porta a consigli di vario tipo: dal ricorso a conoscenti per lasciare l’animale nel proprio ambiente domestico allo scambio alla pari, dagli indirizzi di pensioni per animali a quelli di associazioni di pet-sitter che si prenderanno cura di lui. L'idea è di offrire il maggior numero di soluzioni possibili al problema per far diminuire gli abbandoni durante il periodo estivo.

Tra le tante possibilità, sul sito si può anche pubblicare le foto dei viaggi, lasciare in bacheca un pensiero sugli animali o arricchire le possibili soluzioni condividendo le proprie esperienze delle vacanze con gli animali: diventare, insomma, dei 'viaggiatori bestiali'.


TISCALI ANIMALI

16 AGOSTO 2009

 

Nora: la gatta pianista è la nuova star di Youtube

 

Nora è una pianista un po' più eccentrica: salta sullo sgabello, strofina le gote sulla tastiera e talvolta le piace entrare nel pianoforte. A Nora, una gatta Grey Tabby di cinque anni che vive a Filadelphia, piace suonare e le sue performance spopolano sul Web. I video della gatta pianista sono cliccatissimi su YouTube, con oltre 20 milioni di visualizzazioni dal debutto online nel 2007. La sua musica è stata descritta come una contaminazione tra jazz e il classico contemporaneo Philip Glass. Il talento di Nora non nasce per caso.

Le lezioni - La sua padrona, Betsy Alexander, tiene lezioni private di pianoforte e la gatta ama sedersi accanto e imitare gli studenti sulla tastiera del suo pianoforte. Tuttavia Betsy non ha mai cercato di addestrarla. Si accorse che sapeva suonare una sera di quattro anni fa, quando dalla mansarda sentì qualcuno al piano e, scesa a vedere, trovò Nora che accarezzava i tasti con le sue zampine.

Un vero affare - Secondo l'esperta di felini Beth Adelman, di Brooklyn, dietro la stranezza di Nora c'è il bisogno degli animali domestici di farsi notare dall'uomo "con ogni tipo di strategia". Che sia passione o bisogno d'affetto, i padroni di Nora non hanno perso tempo a farne un fenomeno anche commerciale. Su YouTube il suo nome, "Nora The Piano Cat" è accompagnato dal marchio "trademark", con le sue foto i due hanno realizzato un calendario e un manuale di musica.

Il cat-fan club - Billy Joel è un suo fan e le ha spedito una partitura e una foto autografata, mentre la regina delle casalinghe Martha Stewar, le ha fatto recapitare un busto di Bach, il compositore preferito di Nora.

 

VIDEO

http://animali.tiscali.it/articoli/video/gatto_pianista_123.html

 

torna alla pagina iniziale [email protected] torna all'archivio della rassegna stampa